Gp Australia: Viñales e Yamaha, il trionfo che segna il ritorno

29/10/2018 » MotoGP Redazione / motogp.com
Dopo 25 gare la Casa di Iwata torna sul gradino più alto del podio ed interrompe la maledizione il suo 25.

La vittoria mancava da 25 gare, ma al Michelin® Australian Motorcycles Grand Prix Maverick Viñales (Movistar Yamaha MotoGP) ha interrotto la maledizione: ha dominato durante tutta la seconda metà di gara, imponendosi sul resto del gruppo e mettendo un vuoto tra sé e gli inseguitori.

Grande prova di forza dello spagnolo, che scattava dalla seconda casella. Costretto ad una rimonta nelle prime fasi di gara a causa di una partenza lenta, ha messo a segno sorpassi e giri veloci per risalire dal decimo posto ed arrivare davanti a tutti.


La crisi tecnica sembra ormai superata e la squadra è riuscita a capitalizzare il lavoro svolto per tornare sul gradino più alto del podio. Erano passati 490 giorni, un anno e mezzo dall'ultima volta che una moto della Casa di Iwata tagliasse il traguardo prima degli avversari: la maledizione Yamaha si è interrotta oggi a Phillip Island, un tracciato che ben si adatta alle caratteristiche della YZF-M1.

La lunga attesa ha reso il trionfo di Viñales ancora più speciale, tanto da fargli disputare l'ultimo giro con le lacrime agli occhi. Al traguardo non è riuscito a contenere il pianto, a dimostrazione di quanto questo risultato sia stato cercato e sofferto. Lo spagnolo è incredulo ed estremamente felice: "Sono contentissimo, ancora non mi rendo conto di aver vinto. Le persone a casa e tutte quelle che mi seguono mi hanno dato una grande motivazione. Poi vincere qui in Australia, un posto che amo, è un sogno".

Altre notizie della categoria

  • Giappone, Gara: Marquez passa al livello 7 22/10/2018 » MotoGP
  • A Vallelunga il pluricampione Pirro si aggiudica il titolo SBK 2018 09/10/2018 » CIV
  • Thailandia, Gara: spettacolo tra Marquez e Dovizioso. Risale Rossi 08/10/2018 » MotoGP

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...