Phillip Island, Gara 2: Laverty rompe il motore, gara sospesa e vittoria a Guintoli

23/02/2014 » Superbike Redazione
Dopo il successo è arrivata la beffa per il vincitore di Gara-1 Eugene Laverty, costretto al ritiro in Gara 2, mentre si trovava nuovamente al comando della corsa, a causa della rottura del primo - degli otto a disposizione - motore della sua Suzuki.

Un brutto colpo per il pilota irlandese, soprattutto perchè, subito dopo il suo ritiro, la Direzione Gara ha deciso di esporre la bandiera rossa a causa dell'olio presente in pista, consegnando di fatto la vittoria al suo ex compagno di squadra Sylvain Guintoli che, con questo risultato, lascia Phillip Island con la prima posizione anche nella classifica generale di campionato (41 punti) davanti a Loris Baz (31) e Marco Melandri (28).

A completare il podio di Gara 2 sono state le due Kawasaki del già citato Baz e del campione in carica Tom Sykes, terzo alla fine dopo il deludente settimo posto conquistato con qualche difficoltà nella manche precedente.

Ancora quarto Davide Giugliano, seguito dalla coppia di piloti del Pata Honda World Superbike Team, Jonathan Rea e Leon Haslam, con l'altra Ducati guidata da Chaz Davies in settima posizione.

Solo ottavo questa volta Marco Melandri, penalizzato da un'uscita di pista alla Honda Corner. Dietro di lui si sono poi piazzati Toni Elias e David Salom, quest'ultimo ancora una volta vincitore tra le moto della classe EVO.

La classifica della gara:

01. Sylvain Guintoli - Aprilia Racing Team - 21'34"034
02. Loris Baz - Kawasaki Racing Team - +0"283
03. Tom Sykes - Kawasaki Racing Team - +1"103
04. Davide Giugliano - Ducati Superbike Team - +2"052
05. Jonathan Rea - Pata Honda World Superbike - +4"951
06. Leon Haslam - Pata Honda World Superbike - +5"673
07. Chaz Davies - Ducati Superbike Team - +9"664
08. Marco Melandri - Aprilia Racing Team - +10"574
09. Toni Elias - Red Devils Roma - +11"682
10. David Salom - Kawasaki Racing Team - +15"065
11. Niccolò Canepa - Althea Racing - +16"294
12. Fabien Foret - MAHI Racing Team India - +16"919
13. Alex Lowes - Voltcom Crescent Suzuki - +19"694
14. Sheridan Morais - IRON BRAIN Kawasaki SBK Team - +27"266
15. Glenn Allerton - BMW Motorrad Italia Superbike Team - +27"845
16. Jeremy Guarnoni - MRS Kawasaki - +29"431
17. Alessandro Andreozzi - Team Pedercini Racing - +36"393
18. Claudio Corti - MV Agusta Reparto Corse Yakhnich Motorsport - +37"018
19. Imre Toth - BMW Team Toth - +54"093
20. Aaron Yates - Team Hero EBR - EBR 1190RX - +1'13"385
--ritirati--
__. Eugene Laverty - Voltcom Crescent Suzuki

Altre notizie della categoria

  • Austin, Gara: cade Marquez, vince Rins 15/04/2019 » MotoGP
  • Misano: Zannoni e Pirro trionfano in Moto3 e SBK 31/03/2019 » CIV
  • Più di 10 mila al Mugello per l'evento Aprilia All Stars 2019 24/03/2019 » Moto

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...