Phillip Island, Qualifiche: Nessuno ferma Lorenzo, neppure i gabbiani...

19/10/2013 » MotoGP Redazione
Anche se le speranze per il titolo si affievoliscono ogni gara sempre di più, Jorge Lorenzo non ha assolutamente intenzione di arrendersi e di rendere la vita facile a Marc Marquez che, proprio qui a Phillip Island, potrebbe domani laurearsi campione del mondo al debutto nella classe regina.

http://www.racingworld.it/upload/news_foto/lorenzo_jorge/rw_19102013_1382200008.jpg

Neppure l'impatto con un gabbiano ha impedito al campione in carica di conquistare la pole position in Australia, con un tentativo nel finale che gli è valso la prima posizione ed il nuovo record del tracciato in 1'27"899. Marquez si è quindi dovuto accontentare della seconda posizione chiudendo ad oltre 2 decimi di ritardo dal rivale di casa Yamaha.

Un'altra buona qualifica, invece, per Valentino Rossi che ha ottenuto la terza posizione anche se con un ritardo di oltre 7 decimi dal compagno di squadra.

Chi ha un pò deluso le aspettative è stato sicuramente Dani Pedrosa, quinto nella sessione di qualificazione alle spalle di Alvaro Bautista e con un distacco consistente nei confronti dei primi due piloti della classifica.

Lontano anche Cal Crutchlow che ha chiuso alle spalle del pilota spagnolo e ultimo dei piloti racchiusi in meno di un secondo dalla pole. Dietro di lui inseguono Bradley Smith e le tre Ducati di Nicky Hayden, Andrea Dovizioso ed Andrea Iannone.

Appuntamento dunque a domani con l'incognita delle gomme e della durata del Gran Premio che, molto probabilmente, verrà accorciato di parecchi giri per non mettere a rischio l'incolumità dei piloti visti i problemi di degrado degli pneumatici emersi nelle sessioni precedenti.

La classifica delle qualifiche:

01. Jorge LORENZO - Yamaha Factory Racing - 1'27"899
02. Marc MARQUEZ - Repsol Honda Team - 1'28"120 - +0"221
03. Valentino ROSSI - Yamaha Factory Racing - 1'28"647 - +0"748
04. Alvaro BAUTISTA - GO&FUN Honda Gresini - 1'28"713 - +0"814
05. Dani PEDROSA - Repsol Honda Team - 1'28"748 - +0"849
06. Cal CRUTCHLOW - Monster Yamaha Tech 3 - 1'28"809 - +0"910
07. Bradley SMITH - Monster Yamaha Tech 3 - 1'28"941 - +1"042
08. Nicky HAYDEN - Ducati Team - 1'29"295 - +1"396
09. Andrea DOVIZIOSO - Ducati Team - 1'29"660 - +1"761
10. Andrea IANNONE - Energy T.I. Pramac Racing - 1'29"756 - +1"857
11. Colin EDWARDS - NGM Mobile Forward Racing - 1'30"264 - +2"365
12. Randy DE PUNIET - Power Electronics Aspar - 1'30"735 - +2"836
-- Q1 --
13. Aleix ESPARGARO - Power Electronics Aspar - 1'30"081
14. Claudio CORTI - NGM Mobile Forward Racing - 1'30"530
15. Yonny HERNANDEZ - Ignite Pramac Racing - 1'30"641
16. Hiroshi AOYAMA - Avintia Blusens - 1'30"733
17. Danilo PETRUCCI - Came IodaRacing Project - 1'30"894
18. Michael LAVERTY - Paul Bird Motorsport - 1'30"979
19. Hector BARBERA - Avintia Blusens - 1'31"061
20. Luca SCASSA - Cardion AB Motoracing - 1'31"093
21. Bryan STARING - GO&FUN Honda Gresini - 1'31"775
22. Lukas PESEK - Came IodaRacing Project - 1'32"474
23. Damian CUDLIN - Paul Bird Motorsport - 1'33"007

Altre notizie della categoria

  • Valencia, Gara: Dovizioso vince sull'acqua 19/11/2018 » MotoGP
  • Gp Australia: Viñales e Yamaha, il trionfo che segna il ritorno 29/10/2018 » MotoGP
  • Giappone, Gara: Marquez passa al livello 7 22/10/2018 » MotoGP

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...