È GIÀ NEI TEST IL DUELLO TRA UBOLDI E MARGELLI

05/10/2016 » CIP Redazione / acisportitalia.it
La giornata di prove svoltasi ieri al Mugello, in vista del sesto e ultimo round in programma il 16 ottobre prossimo, ha visto un testa a testa sul filo dei centesimi di secondo tra il pilota della Ligier di Eurointernational ed il rivale della Norma Nannini Racing.

Non c'è dubbio che quello di scena il 16 ottobre prossimo al Mugello, per il sesto ed ultimo round Campionato Italiano Sport Prototipi, sarà weekend da fiato sospeso. Ed a dimostrarlo è stata anche la giornata di test corsasi ieri sui 5.245 metri dell'affascinante pista toscana e che ha visto protagonisti i due grandi attori del duello al vertice della serie tricolore, Davide Uboldi, con la Ligier JS53 EVO 2E di Eurointernational e Walter Margelli, con la Norma M20 FC della Nannini Racing.


Un duello che è stato cronometrico, a lungo giocato sul filo dei centesimi di secondi e che ha visto i due massimi protagonisti del Campionato confrontarsi in un testa a testa serratissimo.


A spuntarla è stato Uboldi che ha chiuso la giornata con il miglior tempo in 1'44.315 e con quattro decimi di vantaggio su Margelli (1'44.721).

Una giornata, quindi, assolutamente proficua per entrambi e che li ha visto svettare per quasi due secondi di vantaggio sulle GT protagoniste del Campionato Italiano impegnate nella stessa sessione di prove (terzo tempo della giornata Mirko Bortolotti sulla Lamborghini Huracán in 1'46.059).

"Sono demolito fisicamente - ha così esordito Uboldi - abbiamo fatto circa 90 giri. Ma sono felice anche perché il mio miglior tempo è arrivato praticamente all'ultimo giro. È stata una bella lotta. Già alla mattina ero andato molto forte e poi è una bella soddisfazione rifilare quasi due secondi a macchine che costano 600mila euro. Siamo stati davanti ad una vettura al top con un pilota al top. È stata anche una prova di forza fisica durissima. Braccia e collo quasi non reggevano più. Poi ho imparato tanto. Anche perché questo è stato l'unico test della stagione. Qualche sessione l'avevamo fatta solo a Magione, prima della gara. Ho imparato tanto ed ho capito che posso sfruttare molto di più la percorrenza in curva rispetto a quanto ero abituato a fare con le macchine che avevo prima. Abbiamo provato diverse soluzioni nell'arco della giornata ed il giro migliore è arrivato dopo alcune soluzioni aerodinamiche quasi estreme. Ora ci aspetta un gran finale. Sarà bellissimo, anche perché potrà esserci pure l'incertezza meteo".


"Sono distrutto anch'io - ha così fatto eco Margelli - ero veramente cotto a fine giornata. Mugello resta sempre una pista molto complicata, poi stare fermo un mese incide. Sono contento di come è andata. A differenza di Davide le gomme nuove le ho montate al mattino e quindi a fine giornata non potevo trovare il tempo giusto. Ci siamo concentrati molto sulle soluzioni d'assetto per la distanza di gara. Finora abbiamo visto che dopo i primi giri tendo a peggiorare le prestazioni e dobbiamo perciò intervenire su questo. Il nostro obiettivo non era perciò trovare la prestazione assoluta. Anche perché non avevamo termini di paragone precisi. Rispetto alla precedente versione della Norma che utilizzavo lo scorso anno qui è sembrato ancora di più di guidare un'altra vettura. La dinamica del veicolo è completamente diversa, un passo in avanti evidentissimo. Anche per questo il nostro obiettivo è stato lavorare con cura per adeguarci ad un potenziale completamente diverso e superiore. Per dare l'idea, alle due Arrabbiate non riuscivo a farle in pieno perché mi faceva male tutto, una sensazione di schiacciamento quasi insopportabile. Quest'ultima generazione di macchine è veramente da panico. Bisogna essere allenati, perché nella percorrenza in curva lavora tantissimo di aerodinamica. È veramente difficile poterla sfruttare al 100%. Ora comunque dobbiamo pensare alle due gare del Mugello. La gara è diversa. E poi non posso commettere lo stesso errore di Vallelunga in gara 1 quando avevo la possibilità di guadagnare vantaggio e mi sono concentrato solo sull'avversario che mi inseguiva".


In attesa di godersi in diretta TV o Web, o meglio dal vivo con ingresso omaggio, tutto lo spettacolo in programma sulla pista toscana, si possono nel frattempo conoscere tutti gli orari dell'evento che, tra l'altro, vedrà presenti anche il Campionato Italiano Gran Turismo ed i trofei monomarca Porsche, Abarth e Mini.



Altre notizie della categoria

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...

Ultime foto inserite

  • Finali Mondiali Ferrari Challenge - Mugello, Imola
  • Campionato Italiano GT Endurance - Mugello, Italia
  • TCR Italy - Mugello, Italia
  • Ferrari Challenge Europe - Imola, Italia
  • Porsche Carrera Cup Italia - Vallelunga, Italia
  • TCR Italy - Vallelunga, Italia
  • Mini Challenge - Vallelunga, Italia
  • Campionato Italiano Sport Prototipi - Vallelunga, Italia