Vallelunga, Gara 1: Vannucci e Fernandez campioni 2021!

09/10/2021 » CIV
CIV.tv (Bonora Agency)
Grandi battaglie, ospiti "mondiali" e i primi Campioni Italiani del weekend. Le gare del sabato del sesto Round ELF CIV 2021 da Vallelunga hanno regalato spettacolo, al quale ha assistito anche Tony Arbolino, in visita all'italiano.

Emozioni che non sono mancate in Ss300, dove Matteo Vannucci ce l'ha fatta. Il pilota Junior Team AG Yamaha PATA è riuscito a coronare con l'alloro di Campione Italiano Ss300 la sua grande stagione, chiudendo la partita con una gara d'anticipo. Un 2021 da grande protagonista per Vannucci, autore di quattro vittorie e sei secondi posti. Vannucci che dopo il trionfo nella scorsa stagione nella Yamaha R3 Cup conquista anche il titolo della Ss300 all'ELF CIV. Dietro di lui, distante oltre quattro secondi, ha chiuso in pista Oscar Roldan Nunez (Kawasaki) con il pilota Pata Talento Azzurro FMI Mattia Martella (Prodina Team) a chiudere il podio. Vannucci che diventa così campione con 231 punti davanti a Sofuoglu (out in gara) con 160 punti e a Carnevali (ottavo in gara) terzo a 109 punti.

Vittoria di Ferrandez Beneite in Premoto3. L'alfiere Team Runner Bike 2WheelsPoliTo è andato a vincere al fotofinish dopo una gran battaglia con Guido Pini (AC Racing Team Brevo), vittoria che unita al ritiro di Riccardo Trolese (M&M Technical Team) ha permesso al pilota spagnolo di conquistare il titolo italiano Premoto3 2021. Ferrandez Beneite ha chiuso i giochi con una gara di anticipo grazie soprattutto a quattro vittorie e due secondi posti. A chiudere il podio di gara1 è stato Alex Venturini. Tutto in una categoria dove i giovanissimi piloti indossano il logo Red Bull Road to Rookies Cup sulle tute, a testimoniare il percorso che può portare i migliori talenti al mondiale. In classifica generale Ferrandez Beneite è Campione ELF CIV Premoto3 2021 con 164 punti davanti a Trolese con 136 punti e Liguori (out in gara) con 121 punti.

Emozioni e adrenalina in Moto3, con i due protagonisti del Campionato che hanno dato vita ad una gran battaglia, fatta di sorpassi e controsorpassi. Alla fine è stato Elia Bartolini (Bardhal VR46 Rider Academy KTM) a trionfare per soli 89 millesimi sul rivale Matteo Bertelle del Team Minimoto KTM. A chiudere il podio Zonta Van Den Goorbergh (D34G Racing BeOn) con la wild card Alessandro Morosi (AC Racing Team KTM) quarto e autore del nuovo record di categoria a Vallelunga con il crono di 1'42.993. In classifica generale Bartolini riconquista la vetta con 198 punti davanti a Bertelle a 196 con Van Den Goorbergh terzo a 120. Bartolini e Bertelle si giocheranno tutto nell'ultima gara di domani.

Dominio di Michele Pirro (Ducati Barni Racing) in Sbk. Il Campione italiano, dopo il titolo 2021 ottenuto al Mugello a fine agosto, ha trionfato anche oggi a Vallelunga, andando a vincere con oltre 17 secondi sui suoi inseguitori e conquistando la decima vittoria su undici gare in questa stagione. 50esimo trionfo per lui nella Sbk italiana. Dietro di lui gara incredibile per Alessandro Delbianco. Il pilota DMR Racing Honda è incappato in una caduta a metà gara mentre era in lotta con Pirro per la prima posizione. Dopo essersi rialzato ha messo in mostra tutto il suo talento andando a riprendere i primi e strappando la seconda posizione. Terzo posto per la BMW BMax Racing di Gabriele Ruiu, primo podio per lui, bravo ad avere la meglio sulla Honda Scuderia Improve by Tenjob di Luca Vitali. In classifica generale Pirro è leader con 270 punti davanti a Zanetti con 144 punti (assente perché impegnato nel Mondiale Endurance) con Delbianco terzo a 143 punti.

Gara infuocata in SS600, con Stirpe, Mercandelli e Caricasulo che si sono dati battaglia fino all'ultima curva, mettendo in scena una bagarre fatta di sorpassi e controsorpassi. Alla fine è stato Stirpe (Extreme Racing Service MV Agusta) a vincere davanti a Caricasulo (Yamaha) con Mercandelli (Yamaha Team Rosso e Nero) a chiudere il podio. Risultato prezioso per Stirpe in classifica generale, con il romano che ha riconquistato la vetta della generale con 166 punti davanti a Mercandelli con 163 e Caricasulo con 145. Per una SS600 dove il livello della competizione è sempre più alto.