GP Germania, Gara: la decima per Marquez

08/07/2019 » MotoGP
Redazione (foto motogp.com)
Il numero 93 ancora una volta re di Sassonia. I rivali presenti e vivi oggi si chiamano Viñales, Crutchlow e Ducati.

Marc Marquez (Repsol Honda) vince il GP di Germania e fa sua per la decima volta la prova al Sachsenring. È il settimo successo nella classe regina sulla pista sassone e il record di Valentino Rossi(Monster Energy Yamaha MotoGP) al Mugello, raggiunto.
Sul podio, con il sempre più leader della categoria (58 punti di vantaggio) Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) e Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol).

La corsa perde subito un protagonista, Fabio Quartararo cade alla curva 3 dopo essere scattato dalla prima fila. Il rookie portacolori Yamaha Petronas SRT paga le non perfette condizioni fisiche dopo il sabato di qualifiche.

Oltre ad un Marquez che estende il suo dominio sulla pista sassone, la gara ci offre un Rins e una GSX - RR in grado di lottare per la vittoria. Una conferma che però sfuma quando il numero 42 esce di scena con una caduta alla curva 11.

Cal Crutchlow torna sul podio dopo il primo GP in Qatar e il difficile precampionato all'insegna di un infortunio. Una gara in recupero dopo

Prova perfetta di Viñales che non molla dopo la partenza dalla prima fila e resta in vista della piazza d'onore magistralmente difesa con un passo costante dagli attacchi di Crutchlow. Il numero 12 è quinto in campionato dietro a Rins.


Dietro, battaglia desmodromica con Danilo Petrucci, Andrea Dovizioso (Ducati Team) e Jack Miller (Pramac Racing) decisi a prendersi quello che rimane. Tra le moto italiane si prova ad inserire Joan Mir (Team Suzuki Ecstar) ma senza colpo ferire. Petrucci è quarto, poi Dovizioso, Miller e il rookie. La classifica generale presenta una bella battaglia in famiglia per la piazza d'onore. Dovizioso è secondo a 127 punti inseguito da Petrucci a 121.

Rossi prova a metter in pista una gara di rimonta dopo la partenza dalla undicesima piazza. È ottavo davanti a Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT). Andrea Iannone (Aprilia Racing Team Gresini) tredicesimo.