Phillip Island, Gara: Stoner è Campione del Mondo!

16/10/2011 » MotoGP Redazione
Non poteva esserci regalo migliore per Casey Stoner nel giorno del suo 26esimo compleanno. Nella sua pista di casa e davanti al suo pubblico, il pilota australiano è riuscito infatti a conquistare il suo secondo titolo iridato nella classe regina, dominando tutti i quarantadue minuti di gara sul circuito di Phillip Island.

A rendere sicuramente più facile questa vittoria è stata la caduta nel warmup di Jorge Lorenzo che, riportando una frattura alla prima falange dell'anulare della mano sinistra, ha dovuto saltare la gara aumentando di fatto le possibilità di vittoria di Stoner, che avrebbe vinto il mondiale anche arrivando sesto sotto la bandiera a scacchi.

Oltre a Lorenzo, la griglia di partenza del Gran Premio d'Australia 2011 ha visto mancare all'appello anche il secondo pilota Yamaha, Ben Spies, a causa del trauma cranico riportato ieri in seguito alla caduta nelle qualifiche ufficiali. Assente in griglia anche il pilota locale Damian Cudlin, per una forte contusione al fianco sinistro causata da un highside con gomme fredde.

Con la pista resa un pò scivolosa nelle fasi finali a causa della pioggia, solo dieci piloti sono riusciti a vedere il traguardo. Il primo a cadere è stato Valentino Rossi a 15 giri dalla fine in seguito ad un sorpasso forse un pò troppo ottimistico ai danni di Bautista. Poi ad abbandonare la gara sono stati Crutchlow, Aoyama e lo stesso Bautista, caduti l'uno di seguito all'altro quando mancavano quattro giri alla bandiera a scacchi.

Nonostante la minaccia di pioggia, e l'arrivo della stessa nelle battute finali, Stoner è riuscito comunque a mantenere alto il livello di concentrazione, pur prendendo qualche spavento rischiando anche lui di finire a terra. Alle sue spalle è arrivato Marco Simoncelli, che proprio qui a Phillip Island ha ottenuto il miglior risultato della stagione dopo il terzo posto di Brno, seguito a due soli decimi da Andrea Dovizioso con il quale ha battagliato per quasi tutta la gara.

Più staccato Dani Pedrosa che ha mancato il podio per una decina di secondi, seguito in lontananza da Colin Edwards e Randy De Puniet. A causa del cambio moto, Nicky Hayden ha perso la possibilità di arrivare quinto, scivolando in settima posizione davanti ad Elias, Capirossi ed Abraham che, sempre per il cambio moto, sono stati addirittura doppiati dal vincitore della gara.

Con 9 vittorie stagionali, 15 podi, 11 pole e due gare ancora da disputare (Malesia e Valencia), per Stoner si tratta dunque della seconda conquista iridata dopo il titolo vinto nel 2007 con la Ducati. Un risultato importantissimo non soltanto per il 26enne australiano ma anche per la Honda che non vinceva entrambi i titoli (piloti e costruttori) dal 2006, anno in cui trionfò lo statunitense Nicky Hayden.

La classifica della gara:

01. Casey STONER - Repsol Honda Team - 42'02"425
02. Marco SIMONCELLI - San Carlo Honda Gresini - +2"210
03. Andrea DOVIZIOSO - Repsol Honda Team - +2"454
04. Dani PEDROSA - Repsol Honda Team - +13"160
05. Colin EDWARDS - Monster Yamaha Tech 3 - +30"886
06. Randy DE PUNIET - Pramac Racing Team - +48"800
07. Nicky HAYDEN - Ducati Team - +1'16"314
08. Toni ELIAS - LCR Honda MotoGP - +1 giro
09. Loris CAPIROSSI - Pramac Racing Team - +1 giro
10. Karel ABRAHAM - Cardion AB Motoracing - +2 giri
Ritirati:
__. Alvaro BAUTISTA - Rizla Suzuki MotoGP
__. Hiroshi AOYAMA - San Carlo Honda Gresini
__. Cal CRUTCHLOW - Monster Yamaha Tech 3
__. Valentino ROSSI - Ducati Team

Altre notizie della categoria

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...