A Vallelunga il pluricampione Pirro si aggiudica il titolo SBK 2018

09/10/2018 » CIV Redazione (Foto: Bonora Agency)
I titoli 2018 del CIV (tranne la Moto 3 vinta in anticipo da Zannoni) assegnati nel Round di Vallelunga. In SBK Michele Pirro chiude i giochi. ll pilota Ducati Barni Racing ha ottenuto la vittoria nell'ultima gara di Vallelunga, un trionfo che lo incorona Campione Italiano ELFCIV 2018, 6° titolo italiano per lui.

Pirro ha tenuto testa alla BMW DMR Racing di Luca Vitali, con i due piloti che hanno messo in scena un gran duello, dove Michele è riuscito ad avere la meglio solo nelle tornate finali, con Vitali che ottiene la sua prima piazza d'onore in questo ELFCIV SBK 2018. Barni Racing che festeggia anche per il secondo podio di Samuele Cavalieri. Ai piedi del podio ha chiuso Lorenzo Zanetti (Ducati Motocorsa) con Matteo Ferrari solo 7° non al meglio fisicamente per la caduta di sabato. In classifica generale Pirro diventa Campione con 224 punti, con Ferrari secondo a 196 e Zanetti terzo a 179 punti. La costruttori premia Ducati che trionfa con ben 300 punti contro i 174 di BMW e 121 di Yamaha.

Kevin Zannoni (TM Factory Racing 3570 MTA) chiude come meglio non poteva il suo 2018. Il Campione in carica ha trionfato nell'ultimo round di Vallelunga, andando a conquistare la vittoria con oltre 2 secondi di vantaggio sui suoi avversari. Dietro di lui gran secondo posto di Elia Bartolini. L'esordiente in categoria su RMU VR46 Riders Academy è riuscito a staccare i suoi rivali nell'ultimo giro, per conquistare il 2° podio del suo 2018. Terza posizione per Edoardo Sintoni con la KTM ProGP Racing Team. In classifica generale Zannoni chiude a 241 punti con Spinelli (Honda Gresini Racing Junior Team) secondo a 176 (6° in gara) e Carraro (Minimoto Portomaggiore) a 161 (5° in gara). La classifica costruttori premia la TM che accumula 254 punti, seguita da KTM ferma a 205 punti e da Honda a 204.

La SS600 ha visto la vittoria in gara di Marco Bussolotti. Il pilota Rosso Corsa Yamaha ha vinto l'ultima gara 2018 davanti a Luca Ottaviani (SGM Tecnic/Marinelli Team Yamaha) con Stirpe (MV Agusta Extreme Racing Bardahl) a chiudere il podio. Vittoria amara quella di Bussolotti perché, con l'8° posto finale a Vallelunga, Massimo Roccoli conquista il titolo 2018 ELFCIV SS600. Una vittoria per lui in questa stagione con 7 podi all'attivo. Risultati che hanno permesso a Roccoli di trionfare in una SS600 agguerritissima e di conquistare il suo 6° titolo Italiano. Kevin Manfredi (Team Rosso e Nero Yamaha) era transitato secondo sotto al bandiera a scacchi, salvo poi essere squalificato di 5 posizioni per irregolarità tecnica. In classifica generale Roccoli si laurea Campione con 181 punti davanti a Bussolotti (177) e Stirpe (169). Il titolo costruttori va invece alla Yamaha (263 punti), seguita da Kawasaki (192) e MV Augusta (169)

Nella Premoto3 250 4t è stato l'olandese Colin Vejer (JCRT Speed Up Speed Up) a conquistare la vittoria davanti a Mastroluca (Kuja Racing Beon) e Alberto Surra (2 Wheels Polito). Con la decima posizione finale però Alessandro Morosi si è laureato Campione Italiano Premoto3 250 2018.
L'alfiere Full Moto Squadra Corse RMU ha ottenuto il titolo con 4 vittorie e 3 podi. Sfortuna invece per il suo rivale, Matteo Boncinelli (RMU VR46 Riders Academy), out nel giro di allineamento. In classifica generale Morosi diventa Campione con 172 punti davanti a Boncinelli e Mastroluca, entrambi a 148 punti. Tra le case vittoria di RMU con 241 punti davanti a Beon (170) con 2 Wheels Polito a 163 punti.

Nella 125 2T chiude in bellezza Filippo Bianchi. Il pilota talento azzurro FMI ha conquistato la vittoria in gara, riuscendo a mettere alle sue spalle il rivale di tutta la stagione, Jacopo Hosciuc, e ottenendo così il titolo di Campione Italiano di categoria. Bianchi trionfa grazie a 6 vittorie e 4 podi. Terza posizione in gara per Mirko Gennai (Honda). In classifica generale Bianchi trionfa con 239 punti davanti a Hosciuc (215) e Gennai (161). La costruttori da' ragione alla Honda che accumula 295 punti contro i 175 della RMU.

Finale rocambolesco in SS300. La vittoria, all'ultima curva, è andata ad Alessandro Arcangeli (AG Motorsport Italia Yamaha), bravo a rimanere lucido fino all'ultimo e a migliorarsi rispetto al podio di ieri. Prima vittoria per lui. La seconda posizione è andata a Matteo Bertè (ProGP Racing Yamaha) con Nicola Bernabè (RM Racing Kawasaki) a chiudere il podio e Kevin Sabatucci (ProGP Racing Yamaha) scivolato all'ultima curva mettere era in lotta per la vittoria. Solo 4° Luca Bernardi (Team Trasimeno Yamaha), risultato che consente a Manuel Bastianelli, 19° in pista, di laurearsi Campione Italiano SS300. Non al meglio fisicamente per un dolore al tallone, l'alfiere Kawasaki Prodina Ircos ha stretto i denti, conquistato il titolo di categoria grazie soprattutto a due vittorie e cinque podi. La classifica finale vede quindi Bastianelli campione con 184 punti davanti a Bernardi a 176 e Sabatucci a 143. Tra le case costruttrici per un solo punto vince Kawasaki (243) su Yamaha, terza KTM ferma a 129 punti.

Galleria fotografica correlata

Altre notizie della categoria

  • Valencia, Gara: Dovizioso vince sull'acqua 19/11/2018 » MotoGP
  • Gp Australia: Viñales e Yamaha, il trionfo che segna il ritorno 29/10/2018 » MotoGP
  • Giappone, Gara: Marquez passa al livello 7 22/10/2018 » MotoGP

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...