Misano, Gara: Trionfo per Dovizioso e Ducati

10/09/2018 » MotoGP Redazione (Foto: Bonora Agency)
Dovi, Dovi, Dovi! È la celebrazione del finale di gara a Misano. Andrea Dovizioso vince il Gran Premio Octo di San Marino e della Riviera di Rimini per distacco e ha la meglio su Marc Marquez (Repsol Honda) e Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol) che arriva sul gradino più basso del podio beneficiando della caduta di Jorge Lorenzo (Ducati Team). Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) parte settimo e chiude come settimo.

È la festa di Dovizioso che vince una gara perfetta a pochi chilometri dalla sua Forlì. Il numero 4 apre la seconda fila sulla griglia di partenza ed è subito protagonista di un grande avvio. Al passare di un giro è nella scia del collega di box che tiene la testa della corsa e si mette al comando della gara a meno 22 tornate dalla bandiera a scacchi. Prova l'allungo e arriva ad avere un vantaggio sugli inseguitori di oltre 2,5 secondi. Disegna traiettorie perfette senza forzare e fisso sul 1:32s tiene la testa della gara. Alla fine, il suo vantaggio si riduce ma taglia il traguardo per primo. Non vinceva da Brno, riporta la DesmosediciGP al successo adriatico dopo 11 anni (2007) e firma una tripletta di vittorie desmodromiche che mancava dal 2008 targata Casey Stoner. Con i 25 punti del gradino più alto del podio scavalca Rossi in campionato dove ora ha 154 punti.

"La mia strategia non è stata applicata alla lettera", è il commento di un lucido e soddisfatto Dovizioso. "In gara ho dovuto reinventarmi. All'inizio ho fatto un piccolo strappo, sono andato via e poi ho controllato. Ma mi sentivo veramente bene, in perfetta simbiosi con la moto, andavo veloce ed è stato bellissimo".

Sulla gara dice: "Quando Jorge ha iniziato a spingere ho dovuto farlo anche io". Uno stile perfetto quello di Dovizioso, che ha corso senza stressare le gomme, chiave del successo della stagione, per tutti. "L'obbiettivo è questo, guidare senza forzare. È la cosa più difficile da fare, trovare un mix tra fluidità ed esplosività. Sono caratteristiche da metter insieme e oggi ci sono riuscito alla perfezione".

Una guida e un passo già messi in mostra nella FP4 per Dovizioso. "È il mio stile, sia quando faccio la pole e sia quando vado più lento. Nelle quarte libere avevo già la strategia".


Ripensando alla gara al Red Bull Ring chiusa al terzo posto, e prova vinta da Jorge Lorenzo, Desmo Dovi afferma: "In Austria potevo vincere e non ho fatto quello che dovevo fare. Quando sei veloce devi portarla a casa, la tattica di oggi è stata pensata studiando anche quella gara e gli errori fatti lì. C'è sempre da imparare".


Terminando sul successo romagnolo, che riporta Ducati alla tripletta dopo il 2008 termina: "Una vittoria che ho sempre voluto quella a Misano e raggiungerla con Ducati è stato bellissimo".

Galleria fotografica correlata

Altre notizie della categoria

  • Gp Australia: Viñales e Yamaha, il trionfo che segna il ritorno 29/10/2018 » MotoGP
  • Giappone, Gara: Marquez passa al livello 7 22/10/2018 » MotoGP
  • A Vallelunga il pluricampione Pirro si aggiudica il titolo SBK 2018 09/10/2018 » CIV

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...