Assen, Gara: Marquez svetta su una lotta incredibile

02/07/2018 » MotoGP Redazione / motogp.com
È la gara delle emozioni ad Assen, dei sorpassi e dell'incertezza. La vince Marc Marquez che raggiunge il quarto successo stagionale ed è sempre più davanti in campionato. Al di là della grande prova, ancora una volta, del pilota Repsol Honda il pomeriggio sulla pista della Drenthe entra nella storia come una delle corse più combattute di sempre. Podio tutto spagnolo con Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) che fa meglio di Maverick Viñales (Movistar Yamaha MotoGP), entrambi al secondo podio stagionale.

Fuori dalle posizioni che contano Valentino Rossi e Andrea Dovizioso. Il duello tra il pilota Yamaha e il ducatista è uno delle chiavi di lettura della gara e fanno quinto e quarto.

Ma ad animare le fasi iniziali è Jorge Lorenzo che parte benissimo. Il numero 99 Ducati è un fulmine e si pone al comando della gara lottando con Marquez e con gli altri protagonisti della sfida di vetta. Perde posizioni dopo metà gara e chiude come settimo alle spalle di Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol), partito dalla seconda casella.

Perché la gara è da subito impressionate e a giocarsi le prime posizioni i migliori. I sorpassi tra Marquez, Lorenzo, Dovizioso, Rossi, Rins e Viñales sono una costante di tutta la corsa. Emozioni infinite che vedono anche colpi di scena e contatti come i due contati tra Rins e Marquez o come il tamponamento di Rossi su Lorenzo quando questi ha perso l'anteriore. Sembra una gara della classe leggera e si risolve tutta nelle fasi finali.

Marquez, partito dalla pole (la prima in Olanda), esce dal gruppo quando alla fine mancano meno di cinque passaggio. Il suo passo è impressionate e in pochissime tornate vince con un vantaggio si 2,2s sugli avversarsi. Sono 25 punti che gli consentono un grande passo in avanti iridato (140 punti).


La lotta per i restanti gradini del podio si conclude con Rins che ha la meglio su Viñales. Il numero 25 Yamaha è protagonista di una gara in rimonta dopo la partenza dalla sesta casella. Anche Rins inizia la sua gara dalla seconda fila ed è la grande sorpresa, anche per quanto concerne l'attitudine, della corsa. Viñales resta terzo in campionato e nel giorno del 63esimo compleanno della Casa di Iwata la celebrazione è d'obbligo.


Perde strada in classifica ma resta in piazza d'onore Rossi. Il re di Assen prova a vincere ed è subito nella lotta dopo la partenza dalla terza casella. Lotta con Lorenzo, con Marquez e alla fine con Dovizioso. Perde il duello tutto italiano e va largo alla 1 nelle battute finali. Il Dottore resta a 99 punti.

Anche Dovizioso prova a giocarsi il podio nel finale. Punta però la vittoria e resta davanti nelle fasi centrali della corsa. È quarto dopo aver messo alle corde il Dottore. Ottavo posto per Johann Zarco (Monster Yamaha Tech3), undicesimo per Andrea Iannone (Team Suzuki Ecstar) che sconta una penalità di due secondi e tredicesimo per Aleix Espargaro (Aprilia Racing Team Gresini). Quindicesimo Dani Pedrosa (Repsol Honda) e cade alla curva nove Danilo Petrucci (Alma Pramac Racing).

Altre notizie della categoria

  • Valencia, Gara: Dovizioso vince sull'acqua 19/11/2018 » MotoGP
  • Gp Australia: Viñales e Yamaha, il trionfo che segna il ritorno 29/10/2018 » MotoGP
  • Giappone, Gara: Marquez passa al livello 7 22/10/2018 » MotoGP

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...