Gran Premio del Canada - Oggi è un giorno speciale

11/06/2018 » Formula 1 Redazione / FerrariF1.com

La Scuderia Ferrari vince il GP Canada, rompendo un digiuno che durava da 14 anni su questa pista. Seb Vettel torna in testa al mondiale, mentre Kimi Raikkonen guadagna 8 punti con la sesta posizione. Un weekend iniziato con qualche difficoltà si risolve in un successo grazie a un lavoro di squadra che lo stesso Seb non manca di sottolineare.


Seb scatta bene dalla pole, mentre Kimi punta Hamilton, ma poi deve alzare il piede e perde una posizione. Subito si scontrano Hartley e Stroll, esce la safety car che a Montreal è un classico. Si riparte dopo quattro giri e la Ferrari n.5 allunga un po' per proteggersi dall'undercut: è l'unico in questa fase a girare sotto l'1'16". Apre la radio solo per dire che le gomme vanno bene.

La strategia di base è a una sosta, per montare le Supersoft (la mescola più dura qui) e arrivare fino in fondo. Intanto Kimi aumenta un po' il ritmo. Seb blocca le anteriori e perde un secondo, poi dovrà affrontare il traffico. Ma una volta libero dai doppiati, "spara" un super terzo settore e segna il giro più veloce al 29esimo passaggio.


Kimi, intanto, può forzare il ritmo prima del pit-stop per attaccare Hamilton. Il suo cambio gomme avviene alla fine del 33esimo giro, ha l'avversario nel mirino ma perde tempo con Sirotkin doppiato.


Davanti, Sebastian ha ora un vantaggio intorno ai 6 secondi. Raikkonen segna il giro veloce e torna in caccia. Al giro 37 Bottas va ai box, è il momento che la Scuderia aspettava per cambiare le gomme anche a Vettel. Bel lavoro dei meccanici anche sulla sua monoposto.
Da lì in avanti è una gara di attrito a distanza, gestendo il vantaggio, le gomme e i consumi e soprattutto stando attenti nei doppiaggi. Dietro a Seb, Bottas deve difendersi anche dalla rimonta di Verstappen.


"Ditegli di non sventolare la bandiera a scacchi, non è ancora finita" dice Seb alla radio: ha ragione, c'è ancora un giro da fare. Il più bello di tutto il week end.

E' una vittoria molto importante per i nostri tifosi e il nostro team, oggi è un giorno speciale. 40 anni fa Gilles vinse su questa pista, 14 anni fa fu il turno di Michael, e oggi ho pensato a loro. Al via ho cercato di prendere un certo vantaggio, ero molto contento del mio primo giro, ma poi è uscita la safety car e ho dovuto ricominciare daccapo. Negli ultimi 10 giri ho pregato che la macchina non avesse un problema fino alla fine... I punti sono sempre importanti, ma oggi questo successo significa molto e non solo riguardo al campionato. La stagione è ancora lunga e abbiamo molte gare davanti. La cosa più importante è che la macchina è forte, così come è importante che lo rimanga, per poter lottare.

Altre notizie della categoria

  • Gp Monaco: Ricciardo domina la processione 28/05/2018 » Formula 1
  • GP di Spagna - Il ritorno di Hamilton 14/05/2018 » Formula 1
  • GP Bahrain: Successo per Vettel, dramma Raikkonen 09/04/2018 » Formula 1

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...

Ultime foto inserite

  • Minardi Historic Day - Imola, Italia
  • Esibizione Ferrari al Motor Show di Bologna
  • Salone 70 Anni di Ferrari al Mugello
  • Minardi Historic Day Imola
  • Test F1 Clienti e FXX Programme - Mugello, Italia
  • GP Cina, Shanghai
  • GP Bahrain, Sakhir
  • GP Malesia, Sepang