GP Gran Bretagna: Hamilton trionfa con un capolavoro d'intuito! Podio per Vettel

05/07/2015 » Formula 1 Matteo Lupi - ( twitt: @japanpower81 )

Poteva essere la prima pesante battuta d'arresto della sua stagione, ma proprio davanti al suo pubblico Lewis Hamilton ha compiuto un vero e proprio capolavoro recuperando la gara per ben due volte e conquistando uno strepitoso successo sul circuito di Silverstone.

Pronti via e subito la prima grande sorpresa con Massa e Bottas bravissimi a balzare al comando dalla seconda fila, mentre le due Mercedes restavano quasi piantate al palo. Alle spalle dei leader, stessa sorte per le Ferrari, infilzate da Hulkenberg prima e Kvyat poi.

La prima parte di gara ha visto il predominio delle vetture di Grove con Hamilton e Rosberg a recitare la parte degli inseguitori: per cercare di togliersi dall'empasse, al tredicesimo giro, la Mercedes ha addirittura bluffato inscenando una chiamata ai box e cercando di trarre in inganno la Williams, senza successo.

L'episodio clou è giunto pochi giri più tardi quando Hamilton ha deciso di imboccare la corsia dei box, anticipando la prima sosta rispetto a tutti gli altri: la strategia si è rivelata vincente e, come riuscito alle Ferrari in precedenza, il britannico è rientrato in pista davanti agli avversari, costretti a muoversi di conseguenza ma con una tornata di ritardo.

Involatosi al comando, Hamilton ha ben presto fatto il vuoto alle sue spalle con Rosberg bloccato dietro alle due Williams ed incapace di forzare il ritmo. Poco dopo metà gara, le nuvole sopra il tracciato hanno iniziato a farsi minacciose mandando in agitazione quasi tutti: degni di una menzione particolare, i due finlandesi che, per estrazione territoriale ed istinto primordiale, dovrebbero essere particolarmente avvezzi alla guida sulle uova ed invece sono stati i due che hanno patito la situazione più di chiunque altro. Bottas si è prodotto in una serie di suppliche via radio, affinchè il muretto lo richiamasse per montare le intermedie, mentre il ferrarista ha rotto subito gli indugi imboccando la pit-lane subito dopo aver subito il sorpasso da parte di un indiavolato Vettel.

Quando la pioggia ha iniziato a farsi decisa, Rosberg ha avuto un moto d'orgoglio sbarazzandosi subito delle due Williams, aerodinamicamente più scariche ed in difficoltà su pista viscida e nel giro di poche tornate è arrivato a ridosso della leadership. A quel punto Hamilton ha sfoderato la stoffa del campione, decidendo d'imperio di entrare ai box per montare le intermedie, senza aspettare la chiamata del muretto: è stata la mossa decisiva, dato che, nel breve volgere di poche curve Rosberg, Massa e Bottas sono naufragati sotto le secchiati di Giove Pluvio, mentre alle loro spalle anche Vettel e la Ferrari decidevano di fermarsi per effettuare il cambio.

Rientrato il pista il ferrarista si è gettato a caccia delle Williams riuscendo a sorpassarle il giro successivo, quando Rosberg, Massa e Bottas stati costretti ad effettuare il pit stop in contemporanea per evitare di perdere troppo tempo: a quel punto per Hamilton si è trattato solo di portare la sua W06 Hybrid fino alla bandiera a scacchi, forte di un vantaggio di 10 secondi sul compagno ed oltre 20 sul quattro volte campione del Mondo.

Il tripudio finale ha dunque reso omaggio alla seconda vittoria consecutiva del britannico nella gara di casa, celebrato stavolta, con il tradizionale trofeo d'oro, sostituito lo scorso anno da un'anonima e poca gradita coppa di plastica in ossequio al main sponsor. Rosberg ha dovuto tornare ad alzare bandiera bianca dopo il positivo weekend austriaco, mentre la Ferrari è tornata al podio con un grandioso Vettel, abile a mantenere la calma nei momenti decisivi e ad effettuare la chiamata giusta al momento giusto per cambiare le coperture.

Delusione dunque in casa Williams, passata dal sognare una clamorosa doppietta al doversi accontentare di un piazzamento ai piedi del podio, dovendo guardarsi le spalle anche dalla rimonta della Red Bull di Kvyat, ottimo sesto al traguardo. Completano la zona punti Hulkenberg, con la versione rinnovata della Force India, un deluso Raikkonen, Perez ed un redivivo Alonso, al primo punto della stagione dopo un avvio difficile per un contatto con Button al primo giro.

Altre notizie della categoria

  • Singapore, Gara: finalmente Vettel, doppietta Ferrari! 23/09/2019 » Formula 1
  • Monza, Gara: Leclerc entra nel mito 09/09/2019 » Formula 1
  • Belgio, Gara: vittoria di Lecler dedicata all'amico Hubert 02/09/2019 » Formula 1

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...

Ultime foto inserite

  • Festa Ferrari 1000 GP a Firenze
  • Ferrari F1 Clienti - Mugello, Italia
  • Ayrton Day - Imola, Italia
  • Minardi Historic Day - Imola, Italia
  • GP Italia, Monza
  • Minardi Historic Day - Imola, Italia
  • Esibizione Ferrari al Motor Show di Bologna
  • Salone 70 Anni di Ferrari al Mugello