Austin, Gara: Marquez domina, la Ducati torna sul podio e Lorenzo fa autogoal

14/04/2014 » MotoGP Redazione
Marc Marquez semplicemente straordinario ad Austin. Il giovanissimo campione del mondo in carica ha infatti dominato il secondo appuntamento del Campionato MotoGP 2014, imponendosi suoi suoi rivali con un ritmo imprendibile per chiunque. Solo il compagno di squadra Dani Pedrosa è riuscito a tenergli testa chiudendo a 4 secondi di ritardo. Poi, il vuoto.

A fare più clamore, però, è forse l'incredibile autogoal fatto da Jorge Lorenzo in partenza, con tanto di penalità "Ride Through" scontata al termine del primo giro per essere partito prima del semaforo verde. Un inizio di stagione davvero brutto per l'ex iridato che comincia a perdere un pò di lucidità, tornando a casa dopo Austin con un bottino di soli 6 punti dopo 2 gare, contro i 50 del rivale di casa Honda.

In America è stata festa sul podio anche per Andrea Dovizioso e la Ducati, con l'italiano che si è fatto sotto a pochi giri dalla fine, scavalcando in modo deciso Stefan Bradl, poi quarto tallonato dalla prima delle due Yamaha Tech 3 guidata da Bradley Smith, seguito a sua volta dal compagno di squadra Pol Espargaro.

Finale in discesa, invece, quello di Andrea Iannone, a lungo in zona podio salvo poi scivolare in settima posizione davanti a Valentino Rossi, quest'ultimo in crisi netta dopo la prima parte di gara, tanto da pagare un distacco sul vincitore di oltre 45 secondi. Un abisso se consideriamo che a Losail, in Qatar, se l'era giocata fino alla fine con Marquez, sfiorando la vittoria per soli 259 millesimi.

Tornando alla classifica della gara, nella Top-10 sono rientrati anche Aleix Espargaro e Jorge Lorenzo, con il pilota del team Yamaha Factory abilissimo a rimontare dalla 23esima posizione dopo l'erroraccio in partenza.

La classifica della gara:

01. Marc MARQUEZ - Repsol Honda Team - 43'33"430
02. Dani PEDROSA - Repsol Honda Team - +4"124
03. Andrea DOVIZIOSO - Ducati Team - +20"976
04. Stefan BRADL - LCR Honda MotoGP - +22"790
05. Bradley SMITH - Monster Yamaha Tech 3 - +22"963
06. Pol ESPARGARO - Monster Yamaha Tech 3 - +26"567
07. Andrea IANNONE - Pramac Racing - +28"257
08. Valentino ROSSI - Movistar Yamaha MotoGP - +45"519
09. Aleix ESPARGARO - NGM Forward Racing - +47"605
10. Jorge LORENZO - Movistar Yamaha MotoGP - +49"111
11. Nicky HAYDEN - Drive M7 Aspar - +1'00"735
12. Hiroshi AOYAMA - Drive M7 Aspar - +1'03"954
13. Yonny HERNANDEZ - Energy T.I. Pramac Racing - +1'07"333
14. Karel ABRAHAM - Cardion AB Motoracing - +1'27"972
15. Hector BARBERA - Avintia Racing - +1'32"376
16. Michael LAVERTY - Paul Bird Motorsport - +1'32"543
17. Danilo PETRUCCI - IodaRacing Project - +1'39"176
18. Mike DI MEGLIO - Avintia Racing - +1'51"962
-- ritirati --
__. Scott REDDING - GO&FUN Honda Gresini
__. Colin EDWARDS - NGM Forward Racing
__. Cal CRUTCHLOW - Ducati Team
__. Alvaro BAUTISTA - GO&FUN Honda Gresini
__. Broc PARKES - Paul Bird Motorsport

Altre notizie della categoria

  • Valencia, Gara: Pedrosa vince nel trionfo di Marquez 13/11/2017 » MotoGP
  • Malesia, Gara: Dovizioso e la Ducati tengono rimandano la festa di Marquez 30/10/2017 » MotoGP
  • Potenza Desmo Dovi, che vittoria a Motegi! 16/10/2017 » MotoGP

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...