Sono 367 i set che la Pirelli ha portato a Barcellona

20/02/2012 » Formula 1 Redazione
Due settimane dopo l'inizio dei primi test della stagione 2012, Pirelli vola a Barcellona: uno dei circuiti più noti alle gomme italiane della Formula Uno.

Ma questa è la prima volta che le nuove coperture Pirelli 2012, così come sono state testate a Jerez due settimane fa, correranno sul Circuit de Catalunya. Oltre ad essere territorio familiare per la casa milanese, il tracciato spagnolo è ben conosciuto alle squadre, che potranno avvalersi di tutti i dati sul circuito raccolti nel corso degli anni per valutare i progressi che stanno facendo con le vetture 2012.

In totale, per la quattro giorni di test a Barcellona, dal 21 al 24 febbraio, Pirelli fornirà 367 set di pneumatici: 73 set in più rispetto a quelli portati a Jerez. Ogni anno i Team hanno a disposizione 100 set di gomme per vettura comprensivi di tutte le quattro soluzioni slick proposte da Pirelli. Le squadre possono scegliere liberamente quali mescole adottare per completare il proprio programma di test e, come dimostrato a Jerez, il P Zero White Medium si appresta ad essere la scelta privilegiata anche per i test di Barcellona, con 110 set scelti. La mescola media, infatti, è stata progettata da Pirelli per adattarsi alle più diverse condizioni di pista, garantendo un elevato livello di prestazioni unito ad una maggiore durata.

Non a caso per i primi tre gran premi Pirelli ha nominato la mescola media in associazione o con la Soft, come per il GP di Australia e di Cina, o con la Hard, come per il GP di Malesia.

Il P Zero Yellow Soft è la seconda soluzione maggiormente scelta, con 82 set pronti ad essere usati a Barcellona. Inoltre, Pirelli porterà per i test catalani 69 set del P Zero Silver Hard, 36 set del Cinturato Green Intermediate, altrettanti set per il Cinturato Blue Wet e 34 set del P Zero Red Supersoft, pronto quest'ultimo a fare il suo debutto in pista, considerato che nessun Team l'aveva scelto in occasione dei test di Jerez.

I 4,65 Km del Circuit de Catalunya, la sede scelta per il secondo appuntamento dell'anno con i test ufficiali al via domani, presentano lunghi rettilinei e curve diversificate, che li rendono il luogo ideale per valutare un'ampia gamma di parametri. Lo scorso anno i test invernali che si svolsero a Barcellona furono caratterizzati da basse temperature e ciò ebbe, e potrà avere quest'anno, un impatto significativo sul comportamento delle gomme.

Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery: "Tutti si augurano questa settimana di avere temperature più calde rispetto a quelle viste a Jerez. Tuttavia il messaggio dei primi test è stato molto positivo, con i piloti generalmente soddisfatti del warm-up, delle performance e della durata delle nostre gomme, che sono state progettate per rispondere al meglio ai regolamenti del 2012. Quello di Barcellona è un circuito molto diverso rispetto a quello di Jerez, che sottopone a notevole stress gli pneumatici a causa delle sue elevate velocità, in particolare per l'anteriore sinistra, dovuto alle numerose curve a destra. L'attenzione dei Team si concentrerà ancora una volta sullo sviluppo, cercheranno di migliorare la curva di apprendimento delle loro monoposto e di valutare come il telaio interagisce con le nuove gomme".

Altre notizie della categoria

0 commenti  (registrazione necessaria)

  • Per poter inserire un commento devi essere registrato!
    Esegui il LOGIN o, se non l'hai ancora fatto, REGISTRATI adesso...

Ultime foto inserite

  • GP Cina, Shanghai
  • GP Bahrain, Sakhir
  • GP Malesia, Sepang
  • GP Australia, Melbourne
  • Test Jerez, 28/31 gennaio
  • Presentazione Infiniti Red Bull Racing RB10
  • Presentazione Mercedes AMG Petronas F1 Team W05
  • Presentazione Scuderia Toro Rosso STR9